Dal Seminario: Omaggio ai più incantati

External view of the new Catholic Seminar of Saint Charles and Saint Ambrose in Havana, inaugurated on November 3, 2010. Cuban cardinal Jaime Ortega thanked Cuban former President Fidel Castro and Cuban President Raul Castro, for the state support for the construction of the first Catholic Seminar in Cuba. AFP PHOTO/ADALBERTO ROQUE (Photo credit should read ADALBERTO ROQUE/AFP/Getty Images)

Padre Oscar Herrera, in memoriam.

Caro padre Oscarito
grazie per tanta gioia,
è la sua vita una poesia
che Gesù stesso ha scritto.
Con infinito piacere
il vostro soggiorno ricorderemo
e per il vostro riposo pregheremo
in profondità;
fino all’eternità
abbracciamo di nuovo.

Grazie per ogni giorno
sorriso non srotonato,
grazie perché con la tua vita
il nostro è stato segnato
per sempre, perché in ogni
parola seminato luce.
Hai portato la croce
siete uscito per strada:
Pellegrino ripido
per incontrare Gesù!

Grazie per tanta speranza
predicato e assunto
raccolto condiviso
la tua vita è stata un complimento.
Grazie per tanta fiducia
Cristo, vero Dio.
Grazie per il tuo sincero rogo
arrendetevi al vostro Salvatore.
Grazie perché nel dolore
hai abbracciato il Madero.

Grazie per la litania
necessario nell’ambón
-Stringi i pantaloni,
se vuoi salvarti un giorno!
Grazie perché tanta virilità
è ricordato teneramente.
Allontanati in fretta
del peccato, che è reale.
-Veloce atteten male
se fa il tifo, non guarisce!

Grazie, perché combinando
il serio con l’umorismo,
hai trasmesso meglio
quello che volevi mostrare.
E grazie per aver predicato
quello che gli altri: nemmeno giocare!
E se Dio ti guarda,
E vedi tutta la tua esistenza!
-Guarda che stai per morire,
guarda che non sai quando!

Grazie, per l’indicazione
cantato in quel bolero,
nessuno ha mai dato un te amore
con più detuning.
Il tempo del cuore
non possiamo perderlo.
Colloqui in modalità workshop,
scherzi significativi poco,
davvero, all-inclusive
per aiutare a crescere.

Ci hai insegnato a pregare
E per migliorare il nostro oggi,
senza dire di più: -questo è quello che sono
e non cambierò mai.
Ci hai insegnato ad affrontare
l’oscurità della strada
senza imprechiare che Cristo è venuto
per offrirci la tua mano:
–perché questo non è umano,
No, questo è divino.

È tutta quella chiarezza
la gratitudine in cui viviamo,
non si sa quanto siamo cresciuti
a causa della vostra umiltà.
Crediamo che la tua gentilezza
in Cielo è stato accolto.
Chiedi alla cara Vergine
che incoraggia la nostra esistenza
e aiutarci a servire
vita felice. Ω

Faccia il primo comento

Faccia un comento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*